cerca la tua tazzina nel pensile

Nuova serie paranormal: The Tomorrow People

The Tomorrow People è una serie televisiva statunitense in onda dal 9 ottobre 2013 sulla rete televisiva The CW. In Italia verrà trasmessa su Italia 1 a gennaio 2014.
Ideata da Greg Berlanti e Phil Klemmer, è un remake dell’omonima serie britannica per bambini del 1973, incentrata su un gruppo di persone che hanno sviluppato poteri sovrannaturali.

I Tomorrow People sono degli esseri umani che, a seguito di un’evoluzione genetica, sviluppano poteri speciali (le cosiddette “Tre T”: telepatia, teletrasporto e telecinesi).
La serie segue le vicende di Stephen Jameson, un emergente neo-membro dei Tomorrow People. Suo padre, capo dello stesso gruppo, scomparve anni prima per dedicarsi alla ricerca di un posto sicuro dove vivere insieme alla sua specie per sfuggire alla persecuzione degli Ultra, un’organizzazione che mira alla loro distruzione per mezzo dei loro simili, al fine di salvaguardare la razza umana. Nei primi due episodi della prima stagione che sto guardando e che mi sta piacendo un sacco, Stephen si unisce al gruppo degli Ultra, consegnandosi al nemico, al fine di avere informazioni in più su suo padre e su dove potrebbe essere.
I personaggi co-protagonisti sono la sua famiglia, quindi la madre e il fratellino (che non sanno dei suoi poteri e che lo reputano soltanto un ragazzo con problemi psichici) e altri due membri dei Tomorrow People, Cara (Peyton List) e John (interpretato dal bellissimo attore Luke Mitchell).

I poteri di teletrasporto, telecinesi e telepatia sono il fulcro della trama e Stephen pare abbia delle abilità aggiuntive, come il poter fermare il tempo e altro e per questo viene considerato da Cara e John come un membro molto importante e chiave dei Tomorrow People. Il telefilm si presenta ricco di azione ed effetti speciali, la trama è interessante, ci sono intrallazzi amorosi e gli attori sono bravi e belli.

Lo consiglio a chiunque ami il sovrannaturale.

Castle detective tra le righe

Salve a tutti cari fan delle serie tv.
Suppongo che quasi tutti abbiano visto o, per lo meno sentito parlare, di Castle… per chi non lo conoscesse…
Trattasi, ovviamente, di una bellissima serie tv arrivata, al momento, alla sesta stagione (ancora inedita in Italia).
La storia comincia con un omicidio.. la bella detective Kate Beckett con i suoi colleghi Ryan ed Esposito si ritrovano davanti a una scena del delitto piuttosto insolita, la donna assassinata ha infatti il corpo ricoperto di petali di rosa con due grandi girasoli sugli occhi.
Subito, Kate ha la sensazione di aver già visto da qualche parte quella scena…. e, infatti, la scena del crimine è identica a un omicidio descritto in uno dei libri del famoso scrittore Richard Castle.
Così, Beckett Ryan ed Esposito si fiondano all’esclusivo party con firma autografi dell’affascinante scrittore che, con tanto di madre, la fantastica Martha (ex attrice) e figlia (Alexis) al seguito sta festeggiando l’uscita del suo ultimo best seller (beato lui).
Ovviamente, Castle non è coinvolto negli omicidi e, quando apprende la notizia, più che essere inorridito, sembra quasi compiaciuto che l’assassino sia un suo fan… Grazie alla sua influenza sul sindaco che è un suo fan nonché suo amico, Castle riesce a partecipare alle indagini.
In realtà, Castle è in crisi, nel suo ultimo romanzo ha deciso di “assassinare” il suo protagonista, l’affascinante Derric Storm, (provocando la collera della sua editor, nonché ex-moglie) ed ora è alla ricerca di nuove idee. Castle rimane così colpito dalla bella Beckett che questa diventa la sua musa e a lei ispirerà il suo nuovo personaggio: la detective Nikki Heat. A questo punto, è evidente che Kate non riuscirà a liberarsi di Castle a caso chiuso…
L’accoppiata Castle/Beckett risulta vincente, tanto è realista e con i piedi per terra lei, tanto lui tende a divagare. Ogni volta, Castle riesce a inventarsi ipotesi improbabili ma pittoresche su chi potrebbe essere l’assassino. Risulta pressoché impossibile non adorarlo quando, con voce da narratore provetto, espone le sue fantasiose ipotesi sugli omicidi su cui indagano e, anche se, all’inizio, Castle può sembrare troppo fantasioso, col passare delle puntate, le sue intuizioni si fanno sempre più argute aiutando i detective a risolvere più di un caso.
La storia d’amore tra Castle e Beckett è una delle più tormentate delle serie tv degli ultimi anni… quanto ce l’hanno fatta sospirare! Altro che Delena…. Prima lei che sta con un altro, lui finalmente si accorge dei suoi sentimenti ma lei ha scelto un’altro e quando lei capisce qualcosa… è la sua volta di perdere il treno e… vorrei sapere se esiste un fan della serie che non ha seriamente pensato di uccidere gli sceneggiatori all’inizio della quarta stagione (sapete a cosa mi riferisco).
Spero che la nuova stagione veda i nostri amati Caskett felici e contenti e che gli autori scelgano (dopo averci tormentato con la storia della madre di Beckett) di mettere il nostro Castle sotto i riflettori….

Il voto di strega del crepuscolo:

Anteprima: Il re dei vampiri torna in tv con una serie targata NBC

Da amante dei vampiri quale sono non potevo non gioire per questa bella notizia.
La NBC ha deciso di dedicare una serie al re dei vampiri per eccellenza: Dracula.
La serie, che partirà il 25 ottobre in America, ha come protagonista il bellissimo e bravissimo attore irlandese Jonathan Rhys-Meyers.
Per chi non lo sapesse il bel Jonathan non è nuovo a recitare in serie tv in costume infatti dal 2007 al 2010 ha recitato nella serie tv “The Tudors” dove ha interpretato uno splendido Enrico VIII. Oltre a questa celebre serie tv, Jonathan ha recentemente calcato le scene nel film Shadowhunters -città di ossa- dove interpreta il malvagio Valentine. Vista la bravura dell’attore protagonista sono davvero curiosa di vedere questo telefilm.
Nel cast oltre a Jonathan c’è anche un’altro volto noto: Katie McGrath (la bellissima e bravissima Morgana di Merlin).

Chi altri lo attende con impazienza?

Outlander la serie tv tratta dai libri di Diana Gabaldon

Sembra ormai ufficiale: in Scozia sono cominciate la riprese per la nuova serie targata Starz (Da Vinci’s Demons, White Queen) e basata sulla famosa saga Outlander di Diana Gabaldon. La famosa saga storica che ha visto la luce nel 1991 conta sette libri (in Italia sono stati divisi in più parti) che narrano le vicende travagliate di Claire Randall una giovane infermiera militare che, complice un cerchio di magiche pietre, si ritrova a viaggiare nel tempo finendo dal 1945 nella Scozia del 1743. Qui incontrerà l’affascinante Jamie Fraser, condotta dagli scozzesi nel castello del clan MacKenzie e sospettata di essere una spia inglese si ritroverà costretta a sposare Jamie.
Combattuta tra il senso di colpa verso il marito Frank, che l’attende nella sua epoca, e i sentimenti che sente nascere per Jamie, Claire si ritroverà divisa dall’amore per due uomini e due epoche diverse.
La storia e le vicissitudini della protagonista sono magistralmente inserite nelle vicende storiche del tempo, avendo letto anni fa il primo romanzo devo ammettere che lo stile della Gabaldon non è nelle mie corde. Le vicende e i fatti si susseguono troppo lentamente e la mia scarsa conoscenza della storia scozzese (con una moltitudine di clan e battaglie) non mi ha certo aiutato. Tuttavia, l’idea della serie tv mi sembra molto interessante, di fatto, il mezzo televisivo si è rivelato spesso il migliore per narrare complicate vicende storiche lo dimostrano l’alto numero di splendide serie tv basate su eventi storici uscite negli ultimi anni (da The Tudors a The White Queen passando per I Borgia).
Cos’altro aggiungere? Sicuramente guarderò il pilot e, se mi convincerà, allora proseguirò nella visione della serie.

Ecco gli attori principali:

porta le tazzine nel tuo blog/sito

le tazzine di yoko

le tazzine di yoko

le tazzine di yoko

logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko
logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko

Perchè “le tazzine di Yoko“?

Immagino che prima o poi qualcuno se lo chiederà, e probabilmente ci sarà pure chi gli darà una spiegazione razionale, ma la verità è che una volta costruito il tutto un nome intelligente era l’unica cosa che veniva a mancare. Pensa di qui, sbatti la testa di là. Non mi veniva in mente un qualcosa che racchiudesse tutte le tematiche che sarei andata a toccare, così mi sono detta: scegliamo qualcosa che non c’entri un tubo! Così sono saltate fuori le tazzine, un oggetto che mi affascina in tutte le sue forme e di cui faccio gran uso del suo contenuto, sia questo tè caffè o cioccolata.

le immagini delle tazzine

...e dei dolciumi presenti all'inizio di ogni post sono fatte dalla sottoscritta o prese online e risistemate a photoshop per dargli un tocco personale. Molte vengono da Deviantart, ci tenevo a scriverlo in mancanza della possibilità di scrivere i nomi di tutti gli autori.

le amiche tazzine



le nostre rubriche!

i like it - le tazzine di yoko
i like it - le tazzine di yoko
caffettino time - le tazzine di yoko