Angelize, uno scoglio di lettura… peccato, ha molti lati positivi

Da poco ho finito di leggere Angelize dell’ormai famosa blogger Aislinn, ecco a voi la recensione =)

nel piattino abbiamo: paranormal croassant - le tazzine di yoko / contemporaneo torta - le tazzine di yoko

Angelize

Aislinn
edito da Fabbri Editore (novembre 2013)
€ 16,00 cartaceo – € 7,99 ebook
link diretti all’acquisto:
amzn-amazon-stock-logo

La classica lettura che si definisce “carina”… tre tazzine e mezzo.

RECENSIONE DI YOKO:
Definire “carino” questo libro mi sembra in qualche modo riduttivo. Ho davvero apprezzato alcune scelte dell’autrice e vorrei premiare la sua originalità, ma in tutta onestà non posso dargli di più perchè solitamente ci metto tre giorni a leggere un libro come questo, scritto con caratteri piuttosto grandi e con neanche troppe pagine, invece è stato uno scoglio per tutto il mese di novembre. Ci ho messo un’infinità a leggerlo e questo non è particolare da tralasciare.
Forse il fatto può essere imputabile alla mia predilezione per gli urbanfantasy incentrati sulle storie d’amore, particolare qui inesistente, se non marginalmente e in modo alquanto distorto.

TRAMA PERSONALE
Il libro inizia a cose fatte. I nostri protagosti hanno vinto la palma d’oro per l’enorme sfiga avuta in vita, particolare che, purtroppo per loro, sembra continuare a perseguitarli anche da morti (o semi morti).
La condizione di angelo viene descritta originalmente come una vita apatica in cui la nullafacenza sembra presiedere industurbata. I nostri angioletti non provano il tatto, ne il gusto, sostanzialmente sono del tutto estranei alle sensazioni e questo rende la loro esistenza piatta, come dargli torto se vogliono dare una svolta alla loro vita? L’unico modo per cambiare la loro condizione è indurre un essere umano a “sacrificarsi” per loro, così che possano prendere il suo posto …e qui entrano in gioco i nostri protagonisti malcapitati, muoiono e si ritrovano al posto degli angeli, con la stessa vita apatica ma senza però i poteri propri degli angioletti. Ma se gli angeli non volevano quella vita loro tantomeno, così trovano un modo per ritornare umani (in pratica esseri immortali con le sembianze umane).
Agli angeli rimasti però la cosa non va genio e, additandoli come abomini, si apprestano al loro sterminio.

La forza di questo libro è senza dubbio l’originalità. Gli angeli di Aislinn colpiscono per particolarità e crudeltà, non hanno remore a colpire il più debole, anche se pentito e in cerca di pietà.
Dall’altra parte abbiamo dei protagonisti a metà, divisi tra il ricordo persistente della loro vita passata e la nuova condizione. I principali sono tre: Rafael, Haniel e Hesediel. Il primo è estremamente razionale e pacato; il secondo problematico e stravagante, nonchè il più sfigato perchè è l’unico a non essersi reincarnato nel suo corpo maschile ma in quello di una ragazzina; e il terzo è quello più attaccato alla sua vita precedente e l’unico che cerca di tornare con la sua precedente ragazza. Tre personalità agli antipodi che però finiscono per relazionare tra loro nei momenti di difficoltà. Devo ammettere di essere stata parecchio indifferente alle sorti di Hesediel, di aver più volte dato del buonista svampito a Rafael e di aver guardato Haniel con un misto di simpatia e benevolenza, di tutti è senza dubbio quest’ultimo il mio preferito.

Cosa è però quello che ha fatto si che ci mettessi così tanto a leggere questo libro? Me lo sono chiesta anche io, alla fine personaggi ed eventi non mi sono dispiaciuti, credo di dover implicare la mia lentezza ai troppi momenti dispersivi all’interno della storia. Mi spiego meglio, ogni personaggio porta con se un bagaglio emotivo differente su quella che è stata la sua vita passata. Reputo la cosa interessante e ti fa capire meglio il personaggio, ma qui i personaggi sono tre e la cosa finisce purtroppo per diventare dispersiva.

4 commenti
  1. avatar

    Sono molto curiosa.. la trama sembra davvero un rompicapo di quelli che piacciono a me. Chissà forse a me piacerà di più. ^_^

  2. avatar

    credo di si, anche se non è così contorta… il giusto ecco

  3. avatar

    Io sono molto incuriosita da questo libro, anche perché mi è capitato di incontrare l’autrice a una presentazione di un altro libro e mi aveva colpito in positivo.
    A questo punto dovrò leggerlo per forza!
    Senza contare che le storie di angeli mi piacciono molto e ogni nuova versione accende la mia curiosità.

  4. avatar

    è molto carino, io temo di essere stata tanto fuorviata dalla mancanza di una reale storia d’amore all’interno :(

Scrivi un commento

porta le tazzine nel tuo blog/sito

le tazzine di yoko

le tazzine di yoko

le tazzine di yoko

logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko
logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko logo di le tazzine di yoko

Perchè “le tazzine di Yoko“?

Immagino che prima o poi qualcuno se lo chiederà, e probabilmente ci sarà pure chi gli darà una spiegazione razionale, ma la verità è che una volta costruito il tutto un nome intelligente era l’unica cosa che veniva a mancare. Pensa di qui, sbatti la testa di là. Non mi veniva in mente un qualcosa che racchiudesse tutte le tematiche che sarei andata a toccare, così mi sono detta: scegliamo qualcosa che non c’entri un tubo! Così sono saltate fuori le tazzine, un oggetto che mi affascina in tutte le sue forme e di cui faccio gran uso del suo contenuto, sia questo tè caffè o cioccolata.


le immagini delle tazzine

...e dei dolciumi presenti all'inizio di ogni post sono fatte dalla sottoscritta o prese online e risistemate a photoshop per dargli un tocco personale. Molte vengono da Deviantart, ci tenevo a scriverlo in mancanza della possibilità di scrivere i nomi di tutti gli autori.

le amiche tazzine



banner la bella e il cavaliere su le tazzine di yokobanner romanticamente fantasy su le tazzine di yokobanner ombre angeliche su le tazzine di yokobanner reading at five o'clock su le tazzine di yokobanner dusty pages in wonderland su le tazzine di yokobanner della saga wolves su le tazzine di yokobanner de La sabbia delle streghe su le tazzine di yokobanner del blog due di cuori su le tazzine di yokobanner de il diario di teresa su le tazzine di yokobanner bottega editoriale  su le tazzine di yoko